Storie

A Ferrara per un brindisi nell’enoteca più antica al mondo

  • La movida ferrarese davanti al

L'enoteca più antica del mondo è più vicina di quanto possiate immaginarvi!

 

Si chiama “Al Brindisi”, si trova a Ferrara proprio di fianco alla Cattedrale, e la sua esistenza è attestata fin dal lontano 1435. Da allora poco è cambiato visto che, all’epoca come oggi, era estremamente frequentata, anche se ne sono ovviamente cambiati gli avventori: protagonisti della “movida” rinascimentale erano personaggi del calibro di Benvenuto Cellini, Tiziano Vecellio, Torquato TassoLudovico Ariosto che scelse addirittura di immortalare il locale nelle pagine della sua celebre commedia “La Lena” ("…gli occhi di cuchiolin più confarebbonsi di Sabbatino Mariano e simili, quando di Gorgadel ubriachi escono..").

Originariamente il locale aveva il nome di "Hostaria del Chiuchiolino", dalla contrazione “chiù” che richiama il termine “ciucco”, sinonimo di ubriaco, e nel '400 vi si arrivava in barca dall'attuale via degli Adelardi, all'epoca via del Gorgadello proprio perché vicina a una piccola insenatura che ne favoriva l'approdo. Sopra l’osteria soggiornò addirittura Nicolò Copernico, il famoso scienziato polacco che studiò all’Università di Ferrara dove iniziò ad elaborare la sua rivoluzionaria teoria astronomica sotto la guida di Domenico Navara.

Citato nel Guinness dei Primati per la sua storia secentesca, “Il Brindisi” è stato insignito anche del titolo di “Locale Storico d'Italia” e lo merita davvero visto che è capace di offrire un contesto unico nel suo genere, regalando agli avventori un’esperienza originale, quasi un viaggio nel passato dove è ancora possibile cogliere e respirare le atmosfere di un tempo. Meta ricercata dai turisti, ma anche abituale frequentazione dei ferraresi, costituisce, dunque, una tappa obbligata per chi è a Ferrara, non solo per la possibilità di degustare ottimi piatti della tradizione locale ma anche e soprattutto per la varietà enologica proposta: si possono, infatti, assaggiare delle autentiche “chicche”, che lo rendono uno dei locali cult per il classico happy hour o anche nelle ore serali!

 

Potrete gustare i migliori vini italiani provenienti da varie regioni (Vermentino nero e Massaretta dalla Toscana, Pignolo dal Friuli, Malbo gentile e Ancellotta dall'Emilia, Majere dal Trentino, Pallagrello dalla Campania, solo per fare alcuni nomi) o approfittare della mescita di vino al calice, altra particolarità del locale. Insomma, tra le tante cose da fare se passate da Ferrara, una visita “Al Brindisi” non potrete proprio farvela sfuggire!

 

Autore

Luca Bianchi
Luca Bianchi

Giornalista freelance, speaker radiofonico e social media addicted, adoro viaggiare e scoprire posti sempre nuovi, a caccia di arte, cultura e buon cibo. Tw: @lucabianchi84

Tags

Focus On