Personaggi

Sigismondo Malatesta

Sigismondo Malatesta

Signore di Rimini e di Fano

A 15 anni Sigismondo Pandolfo Malatesta divenne Signore di Rimini e di Fano, era il 1432. Per anni fu impegnato in campagne militari in tutta Italia conquistando fama e ricchezza che utilizzò per rendere la sua capitale degna delle grandi Signorie del tempo. È grazie a lui che Rimini ha l'onore di custodire il primo edificio del Rinascimento, il Tempio Malatestiano, disegnato da Leon Battista Alberti e affrescato da Piero della Francesca. Mausoleo di Sigismondo e consorte, Isotta degli Atti, ma anche di Giorgio Gemisto Pletone, filosofo di corte.

Il suo carattere aggressivo, che tanta parte aveva avuto nella sua gloria, altrettanta ne ebbe nella sua caduta. L'intricata situazione politica italiana fece il resto segnando il suo declino appena più che quarantenne. L'infedeltà al Papa di cui non condivideva più la politica, l'occupazione militare di territori sotto la giurisdizione dei Montefeltro, fedeli alla Chiesa, lo portarono a perdere tutto tranne la città simbolo del suo potere. Morì ad appena 51 anni, lui che a 13 già aveva guidato un esercito, occupandosi, negli ultimi anni, della prosecuzione dei lavori del suo Tempio.

 

Facts

  • Brescia, 19 giugno 1417 - Rimini, 9 ottobre 1468
  • a 15 anni diventa signore di Rimini e Fano
  • 4 gli accordi con il fratello per dividersi le aree territoriali di governo
  • nel 1433 è nominato cavaliere dall'imperatore
  • 6 mesi di arroulamento nel 1435 voluto da Eugenio VI
  • 200 i soldati chiamati "lance della chiesa" sotto il suo comando
  • 3 mogli
  • 12 anni di relazione con il suo amore Isotta degli Atti
  • 3 dei quali furono clandestini, vissuti da amanti
Tags

Focus On