Personaggi

Giuseppe Ricci Oddi

Giuseppe Ricci Oddi

Collezionista

Giuseppe Ricci Oddi  fu un collezionista piacentino competente ed entusiasta. Acquistò soprattutto due generi di arte figurativa: il paesaggio, tipico del collezionismo privato poiché ben si presta all'arredamento degli appartamenti, e la ritrattistica, di cui preferisce le opere degli Scapigliati e dei Divisionisti.

Così entrano nella collezione opere importanti, come quelle di Pellizza da Volpedo, Previati, Segantini, Zandomenichi, Bocchi e tanti altri. Il suo ambizioso progetto fu quello di documentare lo sviluppo delle arti figurative in Italia, anche con qualche significativo esempio straniero, dal Romanticismo ai contemporanei, in modo che la sua raccolta diventasse un punto di riferimento per artisti e critici.

Tutta la sua attenzione e le sue risorse le destinò alla collezione e quando, nel 1924, decise di donare la raccolta alla città, fece costruire a sue spese anche l'edificio che ancora oggi la contiene.

 

 

Tags

Facts

  • Piacenza 1868 - 1936
  • a 29 anni la madre gli donò tutto un piano del palazzo di via Poggiali come appartamento personale
  • nel 1897 ha inizio la sua collezione d’opere d’arte
  • nel 1688 la famiglia Ricci Oddi riceve il titolo nobiliare
  • 5000£ il prezzo di "Mammina" di Michetti, il primo grande nome della collezione
  • 75000£ il prezzo di un dipinto di Turner che rifiuta di acquistare
  • 300 fotografie donate al sindaco Giacomo Lanza
  • 50000£ il prezzo di  "Moschettiere seduto" di Mancini, (l'artista aveva chiesto 90000£), rimarrà, vivente Ricci Oddi, la cifra più alta pagata per un
  • dipinto
  • 400 le opere della collezione all’apertura della galleria

Focus On