Luoghi

MUSA: Museo del Sale di Cervia

Cervia - Magazzini del Sale, Via Nazario Sauro

MUSA: Museo del Sale di Cervia

Ingresso

Ingresso gratuito

Orari:

Aperto tutto l'anno
Aperture: al 18/12 al 6/1 tutti i giorni 15-19 dal 7/1 al 31/5 e dal 12/09 al 17/12: sab e festivi 15-19; su richiesta dal lun al ven 9-13.30 dal 1/6 all'11/9 tutti i giorni 20.30-23.30; su richiesta il giov 9-12. Per apertura su richiesta chiamare il 338 9507741;

Contatti

Telefono: +39 0544 977592
MOBILE: +39 0544 977592
FAX: +39 0544 977592
INFOLINE: +39 0544 979364
www.turismo.comunecervia.it

Il museo del sale è nato per volontà del Gruppo Civiltà Salinara di Cervia, che ha operato in ambito locale con intenzione di raccogliere, restaurare e tutelare gli attrezzi e i manufatti relativi allo specifico tipo di cultura materiale nonché di stimolare ricerche, documentazioni e studi specifici per recuperare tutta la mole del vasto e complesso patrimonio storico.
Organizzato a partire dal 1989 all'interno del Magazzino del Sale-Torre, di proprietà comunale, è stato completamente ristrutturato, risistemato ed inaugurato il 24 aprile 2004. Per mezzo di strumenti, immagini e documenti il Museo testimonia le fasi della raccolta del sale, prima dell'avvento della meccanizzazione del processo estrattivo, datato verso la fine degli anni '60 del secolo scorso.
Il percorso espositivo inizia dal bookshop da cui si può immediatamente cogliere la "mission" di MUSA ed inquadrare gli elementi dell'esposizione; a disposizione testi, immagini, gadget e il protagonista assoluto: il sale di Cervia. Lo sviluppo del percorso comprende il rapporto dell'uomo con l'acqua. Una vetrina contiene alcuni oggetti che rappresentano l'identità storico culturale dell'area.
Un pannello ricorda i toponimi del territorio. Un suggestivo ponte attraversa poi un ampio plastico geografico - territoriale della costa e dell'entroterra per porre l'attenzione sul territorio nel suo rapporto tra saline, città e mare. Pannelli e postazioni multimediali permettono un incontro magico con gli aspetti e le caratteristiche naturalistico - ambientali della Salina di Cervia: l'avifauna, gli altri animali, la botanica.
La storia della salina è connaturata direttamente con la storia della città di Cervia, per questo alla fine dello spazio museale la natura incontra la memoria.
Interessante è la rappresentazione attraverso pannelli dell'avventura del sale dall'alba dei tempi fino ai nostri giorni facendoci scoprire l'importanza di un elemento che, non a caso, veniva chiamato oro bianco. Nella grande sala finale, in immagini e testi, gli elementi della vita reale dei salinari : una grande burchiella originale, attrezzi da lavoro, strumenti per la raccolta del sale. Ovunque appaiono documenti storici emblematici, toponimi tradizionali, nomi dei salinari del passato, volti e immagini della memoria.
Oltre alla sezione all’interno del magazzino del sale, parte integrante del museo è la salina Camillone, ultimo fondo salifero a lavorazione artigianale ed ultima delle 144 salinette esistenti prima della trasformazione del 1959 ovvero il passaggio a lavorazione industriale.

Fonte: redazione locale Cervia

Foto: archivio di Aptservizi
Tags

Focus On