Luoghi

Cappella Arcivescovile o di Sant'Andrea

Ravenna - Piazza Arcivescovado

Cappella Arcivescovile o di Sant'Andrea

Ingresso

Prezzo di ingresso: € 9.50
Biglietto solo cumulativo comprensivo di: S.Apollinare Nuovo, Battistero Neoniano, San Vitale, Mausoleo di Galla Placidia, Museo e Cappella Arcivescovile. Ridotto 8.50 €, gratuito fino a 10 anni.

Orari:

Aperto tutto l'anno
Chiusure: 01/01 e il 25/12; Aperture: fino al 31 marzo 9 - 17.30; dal 1 aprile 9 - 19. La biglietteria chiude 30 minuti prima;

Contatti

Telefono: +39 0544 541688
www.ravennamosaici.it

Costruita come oratorio privato durante il regno di Teodorico, re degli ostrogoti, dal Vescovo Pietro II, la cappella presenta una pianta cruciforme ed un vestibolo completamente rivestito di marmo nella parte inferiore e di decorazione musiva in quella superiore. La Cappella è l'unico monumento ortodosso costruito durante il regno di Teodorico, quando il culto dominante era quello Ariano. L'iconografia dei mosaici è di grande interesse: la glorificazione di Cristo, la cui presenza domina ogni parte della decorazione musiva, può essere interpretata come elemento anti-ariano, ed in particolare le rappresentazioni dei martiri sono una chiara affermazione dell'ortodossia.

Il mistero dell'anatroccolo
Il nartece della cappella di Sant'Andrea colpisce il visitatore per la vigorosa rappresentazione di Cristo guerriero e per la poesia latina che celebra nei suoi versi lo splendore del mosaico. Ma nella parete di sinistra i mosaici rappresentano un intero parco di piccoli uccelli: storni, fagiani, anatroccoli, la fauna delle pinete ravennati è riprodotta in queste pareti. Fra questi, piccolo e nascosto fra le decorazioni, un piccolo e tenerissimo anatroccolo dalla strana caratteristica: un zampetta è nera, l'altra è rossa. Quale sarà il mistero dell'anatroccolo?

Fonte: redazione locale di Ravenna

Tags

Focus On