Luoghi

Rocca d'Olgisio

Pianello Valtidone - Rocca d'Olgisio

Rocca d'Olgisio

Ingresso

Prezzo di ingresso: € 6.50
Ridotto: Gruppi, scuole, bambini da 6 a 14 anni e Card del Ducato: 5,5 €

Orari:

Chiusure: da lunedì a venerdì; Aperture: Prefestivo visite alle 15 e 16. Altri giorni feriali: aperto su prenotazione. Festivi: 9.30- 11.30 e 14.30 -17.30.;

Contatti

Telefono: +39 0523 998075
FAX: +39 0523 998075
INFOLINE: +39 0523 998045
www.roccadolgisio.it

La Rocca d'Olgisio è uno dei complessi fortificati più antichi e suggestivi del Piacentino, sia per la posizione dominante i torrenti Tidone e Chiarone, sia per la sua architettura.

La sua storia risale al secolo XI, quando apparteneva ai monaci di S.Savino di Piacenza; conquistata nel 1378 da Gian Galeazzo Visconti, questi la consegnò ai Dal Verme, ai quali appartenne, con intervalli, fino alla metà dell'Ottocento. Dal 1979 è di proprietà della famiglia Bengalli.

La pianta della costruzione è irregolare a causa della planimetria del terreno. E' cinta da sei ordini di imponenti mura all'interno delle quali vari corpi di fabbricato e numerose cortine miglioravano il sistema difensivo. Interessante il loggiato del 1500. Al suo esterno si trovano alcune grotte, rifugio di partigiani durante la II Guerra Mondiale, e oggi oggetto di studi speleologici.

Rocca d'Olgisio è famosa perchè "ospita" una sala tortura: una goccia d'acqua cade perennemente in una vasca scavata nell'arenaria, dando luogo alla cosiddetta "tortura della goccia". Nel cortile interno si trova un pozzo di 50 m di profondità e, a metà del pozzo, è stata scavata una galleria per consentire la fuga e l'approvvigionamento di cibo agli assediati. Durante l'assedio francese, all'inizio del 1500, la rocca subì in otto giorni 1160 colpi di cannone, perdendo solo un torrione.
Percorsi di visita: giardini, interni e cantine.
Servizi offerti: visite guidate e possibilità di pernottamento (B&B), disponibile per cerimonie, book shop.

Fonte: redazione locale Piacenza

Tags

Focus On