Luoghi

Mastio e Borgo fortificato di Vigoleno

Vigoleno di Vernasca - Piazza IV Novembre - 2

Mastio e Borgo fortificato di Vigoleno

Ingresso

Prezzo di ingresso: € 3.50
3.50 € mastio - 8 € mastio+ borgo + piano nobile castello. Ridotto: 2.50 € mastio - 7 € mastio+ borgo+ piano nobile castello, Card del Ducato: 2.50 €

Orari:

Aperto tutto l'anno
Chiusure: da lunedì a venerdì; Aperture: Gen-Feb-Nov-Dic: sab 14.30-17, festivi 11-12.30 e 14.30-17 Da Mar a Giu sab 14.30-18, festivi 11-12.30 e 14.30-18 Lug-Ago sab 14.30-18.30, festivi 11-12.30 e 14.30-18.30 Sett-Ott sab 14.30-18, festivi 11-12.30 e 14.30-18 Da Apr a Ott feriali 15-17.30;

Contatti

Telefono: +39 0523 831225
FAX: +39 0523 897034
INFOLINE: +39 0523 895390
www.comune.vernasca.pc.it/it_vig.shtml

Sospeso tra l'eleganza più austera e il calore delle antiche dimore piacentine, il Castello di Vigoleno si erge, con il suo Borgo medievale, su un crinale a picco sul fiume Parco dello Stirone, chiuso in una stretta cinta di mura scandita da merli Ghibellini e circondata da macchie boschive. Ancora oggi per imponenza mantiene il fascino di una cultura antica degna di un passato prestigioso.

Il castello, probabilmente già esisitente nel X secolo, riedificato alla fine del XIV sec. dalla famiglia Scotti dopo una completa distruzione bellica ed adattato a residenza nel XVII sec., ha la maggior parte delle opere difensive rivolte verso sud-ovest, lato dal quale erano più facili gli attacchi dei nemici. Il mastio è a pianta quadrangolare e dotato di feritoie. All'interno ospita un percorso didattico informativo dedicato al borgo, alle sue peculiarità architettoniche, attraverso anche una specifica documentazione fotografica. Il mastio comunica attraverso il camminamento con la torre sud e quindi con la parte residenziale del castello, attualmente di proprietà privata. Gli ambienti residenziali sono stati ampiamente rimaneggiati nel XVIII e XIX secolo e in tempi recenti: poco rimane della struttura originaria, se non alcuni soffitti a cassettoni ed un piccolo teatrino con parti ancora originali risalenti al XVIII secolo.

Fonte: redazione locale Piacenza

Foto: Archivio Apt - UDP Città d'arte
Tags

Focus On