Luoghi

Rocca Meli Lupi di Soragna

Soragna - Piazza Meli Lupi, 5

Rocca Meli Lupi di Soragna

Ingresso

Prezzo di ingresso: € 7.50
Bambini: da 6 a 13 anni 4 €. Gruppi: min 15 persone 6,5 €. Scuole: 5 €. Ridotto Card del Ducato 6,5 €; F.A.I. 6,5 €.

Orari:

Aperto tutto l'anno
Chiusure: Chiuso il lunedì non festivo e in occasione di grandi manifestazioni.; Aperture: gennaio e marzo 9/11 e 14.30/17.30; da aprile al 15 ottobre 9/11 e 15/18; dal 16 ottobre a dicembre 9/11 e 14.30/17.30. Visite guidate. Gradita prenotazione.;

Contatti

Telefono: +39 0524 597964
FAX: +39 0524 597978
www.roccadisoragna.it

Costruita nel 1361, la rocca dei principi Meli Lupi di Soragna si presenta come un tozzo edificio quadrangolare con poderose torri merlate agli angoli con bugnati ai vertici e alle finestre risalenti al XVIII secolo, opera di Angelo Rasori, curatore dei restauri dell'edificio che in quell'epoca introdussero anche un nuovo corpo di fabbrica nell'edificio, con la Galleria dei Poeti e l'Edificio dell'Agenzia.

Nel 1446 furono realizzate le sopraelevazioni dell'edificio e le affrescature a racemi nel voltone del portico del cortile. Nel 1680 il principe Giampaolo inserì ulteriori modifiche che inasprirono in senso fortilizio la struttura palaziale della rocca.

Numerosissime sono le opere sparse in questa splendida residenza appartenente a una delle famiglie nobili più importanti dell'Italia settentrionale, nonostante qualche atto di vendita doloroso si sia reso necessario negli anni: si badi poi che solo una parte dell'edificio è visitabile, essendo in parte abitato tuttora dal principe Diofebo Meli Lupi.

Fra gli ambienti visitabili: la Sala Rossa, con sei paesaggi dipinti dal Brescianino (celebre pittore di Battaglie del primo Settcento), e i ritratti di Giampaolo Meli Lupi e della moglie Ottavia Rossi; la Sala del Biliardo Antico, le cui pareti sono ornate di ritratti di famiglia, fra i quali il dipinto che raffigura la famosa Donna Cinerina; la scala del Draghi che porta al secondo piano; la Sala delle Donne Forti, col torno dei Meli Lupi; il Salone Baglione, con affreschi a grottesche realizzata da Cesare Baglione nel XVII secolo; il Gabinetto dorato con soffitto ligneo di Giuseppe Bosi (1701); la Sala degli Stucchi, con soffitto affrescato da Francesco e Ferdinando Galli Bibiena, i massimi architetti e scenografi emiliani del Settecento, con l'Apoteosi della famiglia Meli Lupi; la Galleria con gli affreschi di Francesco Bibiena sulla Storia del casato Meli Lupi (1696) e un Assunta affrescata da Ilario Spolverini (il pittore degli ultimi Farnese); la Galleria delle monache: ritratti della famiglia Farnese (fine XVII sec.).

Nel giardino ai trovano elementi di obelischi viscontei (XVII sec.). Un belvedere oggi purtroppo chiuso al secondo piano del lato posteriore fu realizzato all'inizio del Settecento. Alcune sale vengono adibite a conferenze, esposizioni, concerti, pranzi nuziali.

Nella cappella di S.Croce, adibita dal XVII a tomba di famiglia, l'epitaffio di Francesco Meli Lupi del 1699 recita:

«Quivi giace a marcir entro l'avello
nudo, senza vigor, vile, fetente
un lupo per venir celeste agnello».

Donna Cinerina... presagio di sventura
La Rocca di Soragna si dice sia abitata dallo spettro di Donna Cinerina, al secolo Cassandra Marinoni, sposa del marchese Diofebo II Meli Lupi.
Nell'anno del Signore 1573, Cassandra venne barbaramente assassinata insieme alla sorella Lucrezia, dal cognato Giulio Anguissola e dai suoi soldati.

Il delitto rimase impunito.

E' proprio per questo motivo che il fantasma di Cassandra continua ad aggirarsi nelle sale della rocca, rivelandosi più chiaramente, però, solo in prossimità di episodi sgradevoli, che il destino intende riservare agli abitanti del castello.

Percorso di visita: sala del Baglione, sala d’Ercole (sala gialla), camera della sposa, cortile bocchirale, sala rossa, sala del biliardo antico, sala degli stucchi, cappella**
**Galleria dei poeti, fortino, sala da pranzo, sala delle armi, galleria storica, scalone, grande galleria bibiena, sala delle donne forti, sala del trono, camera nuziale, salottino dorato.
Servizi: visite guidate in lingua straniera (inglese e francese solo su prenotazione), book-shop, acceso a disabili limitato al pian terreno

Fonte: redazione locale di Parma

Foto di archivio fotografico Apt Servizi ER
Tags

Focus On