Luoghi

Rocca Malatestiana

Cesena - Via Cia degli Ordelaffi, 8

Rocca Malatestiana

Ingresso

Prezzo di ingresso: € 3.50
Ridotto € 1,50 (da 3 a 14 anni e +65), gratuito (fino a 3 anni e disabili), scolaresche € 1.

Orari:

Aperto tutto l'anno
Chiusure: Lunedì; Aperture: 9-12 e 15-19. Domenica e festivi 10-13 e 15-19. Da ottobre a novembre la chiusura è anticipata alle 18 Per gruppi è necessaria la prenotazione. Per info e prenotazioni: Rocca (0547 22409) o il prof. Otello Amaducci (cell. 348 8972301);

Contatti

Telefono: +39 0547 22409
MOBILE: +39 0547 22409
FAX: +39 0547 356329
INFOLINE: +39 0547 356327
www.roccamalatestianacesena.it

Una delle rocche più belle e imponenti della Romagna, costruita sul colle Garampo a ridosso del centro cittadino, circondata dal parco della Rimembranza, con i suoi sentieri immersi nel verde. Si hanno notizie su fortificazioni in questo luogo già a partire dal VI secolo, in particolare sulla rocca vecchia che ospitò nel 1177 il Barbarossa e nel 1241 Federico II; più volte ampliata, non ne restano che pochi ruderi (tra i quali due archi chiamati occhi di civetta) visibili nella zona di Porta Montanara. Rimane celebre l'episodio della sua conquista nel 1357, da parte del Cardinale Albornoz, legato pontificio, malgrado la strenua difesa di Cia degli Ubaldini, moglie di Francesco Ordelaffi. Fu Galeotto Malatesta a costruire la Rocca attuale, di forma irregolarmente pentagonale, che venne ultimata dai suoi successori nel 1480.

Recentemente restaurati, i suggestivi camminamenti interni congiungono i sette torrioni a sezioni diverse, offrendo uno splendido panorama fino al mare. I camminamenti servivano ai soldati di guarnigione per spostarsi al coperto e raggiungere qualsiasi punto della fortezza, fino alla Rocchetta di Piazza e quindi al Palazzo Comunale; attraverso le feritoie che corrono lungo tutta la cintura era possibile, inoltre, tenere sotto controllo i cortili interni.

Oggi, la corte della Rocca viene utilizzata per concerti e manifestazioni culturali durante la stagione estiva, fornendo una cornice unica ad eventi spettacolari come la tradizionale festa autunnale in costume medievale. Sulla corte si affacciano il maschio a pianta quadrata (che ospita uno Spazio Espositivo delle Ceramiche Malatestiane) e la femmina, a pianta rettangolare con baluardo poligonale a uno degli angoli (sede del Museo di Storia dell'Agricoltura).

Fonte: redazione locale Forlì-Cesena

Tags

Focus On