Luoghi

Castello di Mesola

Mesola - Piazza Umberto I, 1

Castello di Mesola

Ingresso

Prezzo di ingresso: € 3.00
Ridotto 2 € (over 65, fino a 18 anni, gruppi). Gratuito Fino a 6 anni.

Orari:

Aperto tutto l'anno
Chiusure: Lunedì; Aperture: Da novembre a marzo: sabato e festivi 9.30-12.30/ 14.30-17.30. Da aprile a ottobre: da mart. a dom. 9.30-12.30/ 15.00-18.00. Per i gruppi è necessaria la prenotazione.;

Contatti

Telefono: +39 339 1935943
www.ferraraterraeacqua.it

Mesola sorge dove la strada Romea attraversa il Po di Goro. Gli Estensi possedevano l’immenso bosco di Mesola, cantato anche da Ludovico Ariosto. Qui il duca Alfonso II “per comodità delle sue cacce” e a coronamento della bonifica del Polesine di Ferrara, fece costruire il castello che è l’ultima delle delizie estensi, eretta da Giovan Battista Aleotti su progetto di Marc’Antonio Pasi, detto “Il Montagnana”. Trattandosi di un bene allodiale, ossia di piena proprietà, gli Estensi conservarono Mesola anche dopo il 1598, anno del loro trasferimento a Modena.

Nel 1771 Ercole III d’Este, duca di Modena, diede il castello e la tenuta in dote alla figlia Beatrice, andata sposa all’Arciduca Ferdinando d’Austria, figlio di Maria Teresa. Seguirono vari passaggi proprietari , dallo Stato pontificio alla Repubblica francese, e solo nel 1911, con l’intervento dell’ SBTF (Società per le Bonifiche dei Terreni Ferraresi), iniziò una serie di lavori di mantenimento ed estensione della tenuta. Nel 1952 passò sotto il controllo dell’Ente Delta Padano ed ora è si proprietà dell’Amministrazione Provinciale di Ferrara. E’ sede del Centro di Educazione Ambientale.

Fonte: redazione locale Ferrara

Tags

Focus On