Luoghi

Museo Lamborghini

Sant'Agata Bolognese - Via Modena, 12

Museo Lamborghini

Ingresso

ridotto € 10 (studenti, over 65 e forze dell'ordine). Su prenotazione alla mail si effettuano visite guidate al museo e allo stabilimento produttivo, dal costo di € 40 (intero) o € 30 (ridotto). La prenotazione via e-mail è sempre necessaria

Orari:

Aperto tutto l'anno
Chiusure: Sabato e Domenica; Aperture: Dal lunedì al venerdì ore 10-12.30 e 13.30-17.00;

Contatti

Telefono: +39 051 6817654
FAX: +39 051 6817644
INFOLINE: +39 051 6817611
www.visit-lamborghini.com

Il museo della Casa del Toro
Il Museo, all’interno degli stabilimenti Lamborghini, espone a rotazione le automobili che testimoniano le stagioni che l’azienda ha vissuto dagli anni Sessanta a oggi: dalla serie 350 GT del 1963, alla Diablo, alla Miura del 1966, alla Countach del 1973 alle vetture per la F1 e tante altre. Affacciato sulla via Modena come un vero e proprio biglietto da visita del nuovo stabilimento automobilistico della Casa del Toro, il museo è la concreta testimonianza della grande tradizione dell’azienda fondata nel 1963 da Ferruccio Lamborghini a Sant’Agata Bolognese e divenuta parte del Gruppo Audi dal 1998.

Allestito su due piani "a vista", grazie al grande involucro vetrato che lascia intravvedere l’esposizione sin dalla strada, il museo accoglie decine di automobili, incluse alcune vetture di Formula Uno, motori d’auto e marini, vecchi strumenti da lavoro della fabbrica.

Al pian terreno sono in mostra le auto storiche. Il profilo del fondatore apre una lunga sfilata di video e fotografie: dalla prima all’ultima Countach con telaio tubolare, alla Miura, dalla 350GT all'Espada, fino al gigantesco LM. Non mancano centinaia di modellini in varie scale - di tutte le epoche e paesi - delle auto e dei prototipi prodotti dalla Casa.

A tempi più recenti (dal 1999 ad oggi) è dedicato il piano superiore, il “piano Diablo”, riservato all’esposizione di tutta una serie di varianti di questo modello: da un prototipo di legno di una Diablo Roadster alla potente GTR, sino a uno degli ultimi esemplari prodotti, una Special Edition di colore oro. Accanto sono esposte anche le bellissime vetture di Formula Uno equipaggiate a suo tempo da propulsori “Lambo”: dalla Minardi del 1993 alla Larousse del 1998, che fanno corona ai potenti motori marini Offshore Classe 1, campioni del mondo dal 2001 al 2003. Nello showroom si può ammirare il nuovo modello 2011: l'Aventador

Fonte: redazione locale Pianura Bolognese

Tags

Focus On