Straordinarie bellezze e un Palio mondiale: reportage del Financial Times su Ferrara

Straordinarie bellezze e un Palio mondiale: reportage del Financial Times su Ferrara

Il prestigioso quotidiano inglese ha pubblicato il 28 marzo un articolo sulla città Estense - Valorizzate nel testo bellezze artistiche ed eccellenze enogastronomiche - Entusiasta cronaca del Palio di Ferrara: "Al mondo non c’è una più eccitante corsa di cavalli"

La fama dello storico Palio di Ferrara e le bellezze della città Estense "corrono" nel mondo sulle prestigiose pagine del quotidiano inglese Financial Times.
In un articolo, firmato il 28 marzo da Horatio Clare, il reporter inglese (che nel 2013 ha preso parte a un educational tour promosso da Apt Servizi sull’offerta turistica delle città d'arte regionali) descrive ai lettori la sua straordinaria esperienza di spettatore dell’evento assieme alle positive impressioni ricavate dalla visita alla città di Ferrara dove ha apprezzato bellezze artistiche e le sue eccellenze enogastronomiche.
In un continuo intrecciarsi tra esperienza diretta da spettatore del Palio, e il racconto delle bellezze della città di Ferrara, il giornalista descrive quella che è definita la più antica competizione di questo genere nel mondo, iniziata per la prima volta nel 1259. Un evento - che vede protagoniste le contrade della città e prevede anche le corse dei putti, delle putte, delle asine - e che è seguito ogni anno in piazza Ariostea da migliaia di persone.
Ferrara - scrive il Financial Times - dove in un solo giorno "luci mutevoli offrono sfumature e toni di molte stagioni" ha raggiunto il suo splendore con la dinastia Estense e Palazzo Schifanoia con i suoi affreschi, ne è un significativo esempio. Il reporter, che raggiunge Palazzo Schifanoia in bicicletta, ricorda la passione dei ferraresi per muoversi sulle due ruote e, nel descrivere la bellezza del Palazzo stesso, offre ai lettori questo significativo commento: "Se a Firenze, Venezia o Roma ci fosse un monumento del genere orde di turisti sarebbero in coda per entrare".
Prima però di gettarsi nell'agonistico e caldo clima del Palio il giornalista ha avuto un altro significativo "incontro": quello con i prodotti enogastronomici locali di eccellenza avvenuto durante il pranzo dove ha potuto gustare "ravioli alla zucca (dolce e deliziosa come il miele) e un salame che è stato appeso per due anni e cucinato per quattro ore, un tempo che potrebbe sembrare eccessivo fino a quando non lo assaggiate".
Il Palio di Ferrara, con le sue gare, è stato poi interamente "gustato" dal reporter del Financial Times che ne fa una descrizione diretta e appassionata fino alla vittoria, al fotofinish nella corsa dei cavalli, di Occolè di Borgo San Giacomo montato dal fantino Alessio Migheli. E' un risultato che provoca tra i sostenitori della contrada vincitrice un’esplosione di gioia e giubilo e, nel giornalista, una certezza: "Dubito che al mondo ci sia una più eccitante corsa di cavalli!".

Link dell'articolo:
www.ft.com/cms/s/2/a133716a-b0fa-11e3-bbd4-00144feab7de.html#axzz2xWdcpmYa

Focus On