L’Emilia Romagna star a Wiki Love Monuments 2014 il contest fotografico digitale più grande del mondo

L’Emilia Romagna star a Wiki Love Monuments 2014 il contest fotografico digitale più grande del mondo

L’Emilia Romagna partecipa alla III edizione del concorso fotografico internazionale Wiki Loves Monuments con 498 monumenti e siti d’arte tra Piacenza e Rimini, inclusi i siti Unesco regionali – Il patrimonio artistico-culturale della regione valorizzato e promosso via web sul quinto sito attualmente più visitato al mondo -  La promozione 2.0 supportata dall’attività di comunicazione tradizionale grazie alla collaborazione tra Unione di Prodotto Città d’Arte e Apt Servizi Emilia Romagna – Per partecipare al contest c’è tempo fino al 30 settembre caricando on line la fotografia del proprio monumento preferito



Parte oggi lunedì 1 settembre, e si protrarrà fino a martedì 30, l'edizione 2014 di Wiki Loves Monuments il concorso fotografico internazionale che coinvolge oltre 30 paesi dai cinque continenti. L'obiettivo del contest è la valorizzazione del patrimonio artistico - culturale locale e la sua paternità appartiene a Wikipedia, attualmente il 6° sito più visitato al mondo, che grazie alla sua sezione Wikimedia affida alla rete la memoria di patrimoni universali che appartengono all'umanità. Ottimi i risultati con cui si è distinta l'Emilia Romagna nella fase finale dell'edizione 2103, quando si aggiudicò ben cinque premi su dieci con le foto raffiguranti il Cimitero di San Castaldo (Mo), la Rocca Sanvitale di Fontanellato (Pr), il Cimitero Urbano di Poviglio (Re), il Museo della Cattedrale e il Teatro Comunale di Ferrara. Per l'edizione 2014 il territorio regionale è di nuovo in prima fila: sono 81 le istituzioni tra pubbliche e private che hanno dato la propria adesione quest'anno, ben 15 in più rispetto al 2013, tra cui, tra gli altri, 55 Comuni e due Province, un risultato che attesta concretamente un successo di sistema per Unione di Prodotto Città d'Arte e Apt Servizi Emilia Romagna, soggetti grazie ai quali è stata possibile anche quest'anno la partecipazione a Wiki Love Monuments. "Un'ulteriore azione promozionale turistica del territorio ricca nei suoi contenuti e innovativa nella sua modalità - commenta Graziano Prantoni, Presidente dell'Unione di Prodotto Città d'Arte – Wiki Love Monuments consente infatti di avere un riscontro reale dagli utenti sui patrimoni locali più apprezzati offrendo preziosi suggerimenti in termini di promo-commercializzazione e rappresenta altresi un'ulteriore occasione di comunicazione verso l'esterno, aspetto in capo ad APT Servizi Emilia Romagna."
E sono ben 498, tra Piacenza a Rimini, i monumenti, siti d'arte fotografabili (esclusivamente dall’esterno) per partecipare al contest, aperto a cittadini e turisti. La lista completa dei monumenti da fotografare è pubblicata su www.cittadarte.emilia-romagna.it
/wlm. Ogni iscritto potrà scegliere tra questi per partecipare caricando lo scatto relativo al proprio monumento preferito sulla banca dati immagini regionali di Wikimedia (http://www.wikilovesmonuments.it/monumenti/lista-monumenti/Emilia-Romagna/). Una volta pubblicate on line le immagini delle bellezze storico-artistiche locali saranno visibili e condivisibili in tutto il mondo. A stabilire i vincitori del concorso nazionale sarà la giuria di qualità istituita da Wikipedia Italia e la lista completa delle immagini in concorso sarà consultabile su www.wikilovesmonuments.it.

Ecco l'elenco completo delle istituzioni pubbliche e private che hanno aderito a Wiki Love Monuments 2014:
I Comuni di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì, Faenza, Rimini, Castell'Arquato, Ponte dell'Olio, Pontenure, Vernasca, Busseto, Fontanellato, Noceto, Sala Baganza, San Secondo Parmense, Varano dè Melegari, Poviglio, Scandiano, Fiorano Modenese, Pavullo nel Frignano, San Cesario sul Panaro, San Felice sul Panaro, Sassuolo, Spilamberto, Zocca, Anzola dell'Emilia, Bentivoglio, Budrio, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel San Pietro Terme, Dozza, Imola, Monterenzio, San Lazzaro di Savena, Comacchio, Mesola, Bertinoro, Borghi, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Cesena, Cesenatico, Dovadola, Forlimpopoli, Gatteo, Meldola, Longiano, Modigliana, San Mauro Pascoli, Sarsina, Savignano sul Rubicone.

Le Province di Ferrara e Parma

Ed ancora:
Le Arcidiocesi/Diocesi di Piacenza-Bobbio, Modena-Nonantola, Bologna, Faenza- Modigliana, Ravenna e Rimini, la Curia di Imola e l'Ordine Benedettino di Modena
Le Fondazioni: Cassa di Risparmio di Imola (MO), Cassa di Risparmio di Modena, Aldo Rossi (MO), di Vignola (MO) e RavennAntica
Le Associazioni: Castelli del ducato di Parma e Piacenza e ANMIG – Sez. Piacenza
Il Parco Gessi e dei Calanchi dell’Abbadessa (BO)  e le Ville Paleotti (BO) e Adolfi Ratta (BO)
Il MAR - Museo d’arte della Città di Ravenna

Ed infine la Galleria Ricci Oddi (PC), il Grand Hotel Terme della Fratta (FC) e la comunità ebraica di Modena e Reggio Emilia.

Focus On